Le vostre risposte

a cura di Paola Musarra



Carla Ciucarilli (Qualcosa che non si fa più) ha parlato di me a due colleghe che insegnano lettere al ginnasio. Mi chiedono di fare due "incontri con il computer" prima dell'estate nel loro liceo.

6. Il rocchetto di Ruhmkorff

Le finestre del liceo affacciano sulla basilica di Santa Maria Maggiore. Qui ha studiato Enrico Fermi. Al tavolo dei sorveglianti riconosco Carmen, che mi accoglie con un gran sorriso.

Carmen - Si ricorda, professoressa, quando stavamo al Curie e facevamo ginnastica dopo l'orario di scuola con la sua collega di Educazione fisica...

Mi ricordo: un magnifico stretching che faceva scomparire doloretti e rigidezze.
Entro in un'ampia sala. Alle pareti, altissimi armadi a vetri custodiscono gli antichi strumenti del gabinetto di fisica; c'è anche il rocchetto di Ruhmkorff...
Davanti al finestrone un tavolo accoglie un computer multimediale e una stampante a colori, che non stonano con l'ottone ben lucidato dei vecchi strumenti.
Carla mi presenta le colleghe: Gina Agostinelli (che mi ha già telefonato ieri per un primo cauto contatto) e M. Laura Fiorini.
Di solito, quando organizzo un incontro di "sensibilizzazione" al computer, propongo un breve questionario. Eccolo qua:

Domande Gina Laura
1. Hai un computer? Di che tipo? PC 486 con stampante In casa oggi ce ne sono tre, ma non so neanche come si chiamano
2. Lo usi? In che modo? Come una macchina da scrivere No
3. Come e quando è stato il "primo incontro? Scrittura della tesi C'è stato un primo incontro durante un corso di informatica per insegnanti tenuto a scuola da un collega. Di questo incontro mi ero dimenticata, me lo ha ricordato una collega
4. Quali sono le tue aspettative? Realizzazione di materiale didattico Vorrei non fosse più una cosa sconosciuta ed estranea
5. Per te il computer è... Un "acceleratore" Una cosa sconosciuta ed estranea

Laura è seduta a braccia conserte: i suoi grandi occhi (grigioazzurri) sono inquieti. Gina è seria, mi scruta attentamente. Carla si è seduta un po' di lato.

Io - Laura, questi tre computer... di chi sono?
Laura - Mio marito è ingegnere e mio figlio è appassionato di videogiochi.
Io - E tu?
Laura - Io sono "la moglie con la pezzetta" che li spolvera.
Io - Ma loro non vogliono che tu li tocchi?
Laura - No, anzi... debbo dire... più di una volta hanno cercato di spiegarmi, di farmi vedere, ma io...
Io - E questo corso a scuola che hai completamente dimenticato?
Laura - Era tenuto da un collega di matematica, che ci ha fatto vedere come si costruisce un rettangolo.
Io - Insomma per te il computer è...
Laura - ... tabù.

Debbo dire che sono un po' preoccupata per... Gina. per Laura si tratta di un blocco, se è venuta si sbloccherà. Ma Gina ha delle aspettative molto concrete e razionali: materiale didattico, funzionalità del mezzo... Certo, il computer può offrire tutto questo, però io vorrei... Ma quale idea di computer voglio trasmettere, in realtà?

Io - Vorrei chiarire che io non sono un'informatica: nello spazio delle infinite cose che si possono fare con il computer mi sono semplicemente "ritagliata" quello che mi interessava e mi piaceva...

Carla è stata bravissima: le avevo detto che si doveva occupare lei del collegamento Internet, e ha imparato a farlo, con password e tutto.
Ci colleghiamo.
Dopo un attimo di panico (le immagini non si vedono!!!) imparo che il computer del liceo è stato predisposto per ricevere testi: devi fare clic sullo spazio delle immagini, se vuoi vederle. Uf! Vediamo il sito meDea, poi le risposte alla mia domanda, la clessidra con Loretta che esplode fuori dall'inesorabilità del tempo. Ci rilassiamo. Poi, il monologo di Gabriella (Piccole cose), con il computer femmina e il pentolone sorridente decisamente ci sblocca.
Proprio in quel momento entra un collega, attirato dalle nostre risate.

Carla (serafica) - Siamo qui... ci stiamo occupando di... ricette!
Il collega - Ricette?! Perbacco! Io le colleziono! Ho un grosso quadernone tutto scritto a mano da me... Antiche ricette romane!
Carla, Gina. Laura - E se facessimo un ipertesto sulle ricette? Dài, ci divertiamo!


COMPITI PER DOMANI

Gina Laura Carla Io
Deve cercare di salvare i testi su dischetto (finora li stampava da disco rigido) Deve imparare i nomi dei computer con i quali coabita Si cimenterà con la posta elettronica per rispondere a quella famosa scuola svedese che le ha scritto mesi fa Ho già una mezza idea su Dante...