Testo e impaginazione di Gabriella Alù




Donne e Internet
in USA e in Italia
Lucy



Negli STATI UNITI, per la prima volta, il numero di donne che utilizzano la rete sarebbe equivalente a quello degli uomini.
Questa parità sarebbe stata raggiunta lo scorso gennaio. Lo afferma uno studio di Mediametrix, un istituto specializzato nella misurazione dell'audience su Internet.
Appena tre anni fa, il rapporto era dell' 82% degli uomini contro il 18% delle donne.

Questi dati, diffusi recentemente da Punto Informatico (in italiano) e ZDNetFrance (in francese) inducono ancora una volta a chiedersi cosa succede in Italia.





In ITALIA, la situazione è ben diversa.

Secondo i risultati di una recente ricerca effettuata dal CENSIS solo il 6,2% degli italiani sono navigatori assidui della rete, e l'identikit dell'internauta italiano ci dice che è maschio, tra i 18 e i 24 anni, e risiede nel centro nord.

Pur non entrando adesso in una analisi dettagliata dei dati della ricerca del CENSIS, che sono consultabili qui., vorrei però citarne due:

i maggiori ostacoli all'uso delle nuove tecnologie in Italia risultano essere

  • Non possedere il computer
  • Non saperlo usare
  • Il costo troppo elevato
  • Il privilegiare la comunicazione diretta rispetto a quella telematica
  • La mancata conoscenza dei servizi disponibili su Internet


Ci troviamo dunque di fronte a problemi di costi e di carenza di formazione/addestramento.

il sesso degli italiani che conoscono Internet e il computer:

  • il 57,8% sono uomini e il 39,6% sono donne.





Il numero delle donne italiane in rete non è dunque certo ancora soddisfacente, ma la tendenza all'aumento è evidente, se si considera che, come leggiamo nel primo rapporto di ricerca su "Donne e Nuove Tecnologie Informatiche" pubblicato nel 1998 da Erewhon e riguardante il progetto pilota proposto da TiConUno nell'ambito del programma Leonardo dell'Unione Europea nel 1995, "l'utenza femminile di Internet è passata dal 7% del 1995 all'attuale 33% del totale, con un livello di crescita notevole, anche se ancora inferiore alle previsioni".





Ma...a proposito: se state leggendo questa pagina vuol dire che, almeno voi, navigate in rete.

E se siete navigatrici e non avete già compilato il
questionario di MeDea
che aspettate a farlo?!


Le vostre risposte aiuteranno tutte noi a capire che cosa cercano, che cosa chiedono alla rete le navigatrici italiane!

(aprile 1999)




Torna a MeDea


Inizio pagina