torna a medea


      trova le risposte
Da "Poetanza mista":

Malinconica serata

di
Paolo Di Santo


la parola alla poesia

Paolo Di Santo è un mio caro "amico di computer". Quante volte abbiamo impazzato sulla tastiera come due astronauti folli in una capsula spaziale sconosciuta!

Ma Paolo sa risolvere i problemi, secondo una sua logica personale: "Esploriamo tutti i comandi, qualcosa accadrà". Tocca velocissimo i tasti, e l'astronave va!

Oggi Paolo ci invita a giocare con la poesia, con la memoria. E' un gioco che potete fare a coppie o in gruppo, con classifiche e punteggi, ecc. Oppure potete giocare da sole/i, sfidando voi stesse/i (senza barare, mi raccomando!)

Nel componimento che segue dovrete attribuire ogni verso o gruppo di versi al suo legittimo autore (la punteggiatura non fa parte del testo originale).
Un punteggio supplementare verrà assegnato a chi aggiunge altri particolari (anno di nascita e di morte del poeta, eventuale titolo della raccolta, versi precedenti o successivi...).

Le soluzioni verranno pubblicate nel prossimo aggiornamento di MeDea.

Buon divertimento!

Paola Musarra
>>>>>IIOII<<<<<

Nel campo mezzo grigio e mezzo nero
chi è questa che ven, ch'ogn'om la mira,
animal grazïoso e benigno,
i capei d'oro a l'aura sparsi?

Qui si convien lasciare ogni sospetto:
la donzelletta vien dalla campagna
in sul calar del sole,
dove roggio nel filare qualche pampano brilla,

Io solitario in questa
rimota parte alla campagna uscendo,
nel pensier mi fingo
- solo e pensoso - i pił deserti campi.

Già tutta l'aria imbruna,
la vita fugge e non s'arresta un'ora.
Forse perché della fatal quiete
tu sei l'imago, a me sÌ cara vieni,
o Sera,
incontro là dove si perde il giorno.

Silenzio intorno:
non canto, non grido,
non suono pe'l vasto silenzio va.

D'in su la vetta della torre antica
uno spirto celeste
che pare dimenticato, tra il vapor leggero
sembra sfilaccicarsi
in ragnatela di nubi,
ove per poco il cor non si spaura...

E intanto fugge questo reo tempo:
guardate a l'angosciosa vita mia,
che sospirando la distrugge Amore!

O falce di luna calante,
s'io fossi foco... arderei lo mondo!



torna su


trova le risposte

mise en page: 
pmusarra

torna a medea