torna alla copertina
Introduzione

Andreina Trusgnach racconta nelle sue poesie dei paesi, della gente, dei suoi problemi e delle sue gioie. Esprime con forza il proprio attaccamento alla propria terra e alla propria cultura.
Marina Cernetig
la poesia di Andreina Trusgnach



Pridejo ponoč - Verranno di notte

di
Andreina Trusgnach
foto: A.Diodato





Te cjejo stuort umriet,
Benečija, san zastopila.
Mislejo, de na uÜafajo obednega zbujenega,
kar pridejo ponoč, ku tatje,
pa mi bomo pokoncu
an vsi kupe, na sred vasi,
zapiejemo na moč tiste piesmi,
ki so nas učil te star.

Ti vogliono far morire Benečija,
l'ho capito.
Pensano di non trovare sveglio nessuno
quando verranno di notte, come ladri.
Ma noi li aspetteremo alzati
e tutti assieme, in mezzo al paese,
canteremo con forza quei canti
che ci hanno insegnato gli anziani.



Bomo piel, an oni pridejo s Ükarjan
za nan odriezat jizik,
pa piesmi bojo ×e gu luhtu,
vesokÚ vesokÚ,
zbudjo vse judi na sviete,
vsi jih bojo čul an za tiste
na bojo mogle vič umriet.

Canteremo ed essi verranno con le forbici
per tagliarci la lingua
ma le canzoni si saranno giÓ levate nel cielo
in alto, in alto
sveglieranno tutte le persone del mondo
e tutti le udiranno e per questo
non potranno pi¨ morire.







elaboraz. immagini 
e mise en page: 

pmusarra


torna all'inizio di questa pagina
torna alla copertina