torna a medea

Per una nuova immagine
delle donne albanesi





Sommario
Un progetto
di
Anna Rosa Iraldo e Paola Musarra

Introduzione

Ci siamo conosciute negli anni Settanta al liceo scientifico Anna Rosa fra i giocattoli della nipotina e Bunk Johnson"Benedetto Croce" di Roma, eravamo colleghe: insegnanti di inglese (Anna Rosa) e di francese (Paola). Abbiamo condiviso emozioni e affanni di quegli anni difficili.

Ci siamo poi perse di vista per molti anni. Qualche tempo fa, per caso, ci siamo sentite per telefono, paola ci siamo incontrate e abbiamo scoperto che la vita aveva nel frattempo lavorato silenziosamente tessendo dei fili che ci collegavano.

Un sito di riflessione sulle problematiche delle donne, un marito ingegnere che lavora a Tirana, occasioni impreviste di incontro, di scambio...

Abbiamo pensato che era giunto il momento di mettere accanto alle immagini delle kossovare dolenti e delle giovani prostitute che invadono le nostre strade i volti nuovi, le voci nuove di alcune albanesi di oggi.

Quale obiettività?
di Paola Musarra

A Tirana
di Anna Rosa Iraldo



mise en page:
paola musarra